Pagamento Ta.Ri.

 

In merito all'emergenza COVID-19, in attuazione delle direttive impartite con le Memorie n. 19 e 20 del 13.03.2020 e n. 21 del 27.03.2020 e con Deliberazione n. 99 del 29.05.2020 della Giunta Capitolina, Roma Capitale ha disposto in materia di Ta.Ri.:

  • di posticipare l’invio degli avvisi bonari di pagamento della tassa sui rifiuti (Ta.Ri.) per l’anno 2020, indicando, per quelli relativi al primo semestre, la data di scadenza del 30 settembre 2020 e, per quelli relativi al secondo semestre, la data del 31 dicembre 2020;
  • di sospendere, fino al 30 settembre 2020, l’invio di avvisi di accertamento, ingiunzioni fiscali e avvisi di pagamento comunque denominati, con esclusione delle posizioni riguardanti le procedure concorsuali, ovvero nei casi in cui si ravvisi un concreto rischio di mancata riscossione delle entrate e di disporre che in ogni caso dovranno essere inviati gli atti relativi alle annualità a rischio prescrizione al 31 dicembre 2020;
  • di sospendere, per le entrate di cui al precedente punto, fino al 30 settembre 2020, i termini di versamento delle rate con scadenza dall’1 marzo al 30 giugno 2020 per avvisi/ingiunzioni già inviati/notificati e per i piani di rateazione già concordati; per le somme iscritte a ruolo valgono le norme nazionali.

  • Quanto indicato nelle comunicazioni pervenute agli utenti, incompatibile con le presenti disposizioni, deve ritenersi sospeso.

Allo scopo di applicare immediatamente le agevolazioni 2020 previste da ARERA per i soggetti colpiti dall'emergenza Covid-19, Roma Capitale ha disposto che in sede di prima bollettazione 2020 non sia fatturato alle utenze non domestiche il 25% della parte variabile della Ta.Ri.. Successivamente saranno applicati i conguagli sulla base delle istanze presentate dagli aventi diritto.

torna all'inizio del contenuto