Agevolazioni utenze domestiche

 

Ta.Ri. 2021 - Agevolazione per cittadini e imprese causa emergenza Covid

Con Deliberazione dell’Assemblea Capitolina n. 61 del 30 giugno 2021, sono state approvate per il pagamento degli avvisi periodici della Ta.Ri. 2021, le misure di agevolazione a favore di cittadini e imprese che abbiano subito pregiudizio economico a causa dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Dilazioni domestiche

Può essere richiesta la dilazione dei documenti di pagamento Ta.Ri. nell’ipotesi di pregiudizio economico dall'emergenza sanitaria da Covid-19 prolungatasi nell’anno 2021. Il differimento avverrà senza applicazione di sanzioni ed interessi, entro il 15 dicembre 2022. L’istanza deve essere presentata a pena di decadenza entro e non oltre il 31 dicembre 2021 e la sua validità si riferisce a tutti i documenti ordinari non pagati emessi o da emettere nell’anno 2021.

Esenzioni domestiche per COVID-19

È prevista la possibilità di richiedere l’esenzione COVID-19 della Ta.Ri. quale misura straordinaria collegata al prolungarsi dell’emergenza sanitaria da Covid-19 nell’anno 2021. La richiesta può essere comunicata qualora si possa dimostrare la condizione di disagio economico e si sia in possesso dei requisiti di legge per accedere al bonus sociale per la fornitura di energia elettrica e/o per la fornitura di gas e/o per la fornitura del servizio idrico integrato per il 2021 e che non goda già dell’esenzione totale dal pagamento della Ta.Ri. ai sensi dell’art. 17 del vigente Regolamento Ta.Ri.
I requisiti necessari per avere diritto ai bonus per disagio economico e pertanto all’esenzione Ta.Ri. 2021 sono:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a Euro 8.265;
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a Euro 20.000;
  • appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

 

Agevolazione per autocompostaggio

È prevista un'agevolazione ambientale a favore delle Utenze Domestiche residenti che praticano l'autocompostaggio dei rifiuti organici e degli scarti alimentari. A tal fine, gli utenti devono dimostrare di aver acquistato una compostiera per effettuare l'autocompostaggio domestico e che le utenze oggetto di agevolazione ambientale sono dotate delle necessarie condizioni igienico-sanitarie previste dalle norme vigenti per l’espletamento di tale pratica. Possono svolgere attività di autocompostaggio domestico gli utenti che dispongono di un'area a verde, non pavimentata, pertinenziale ed esclusiva della medesima utenza oggetto di tassa sui rifiuti Ta.Ri., di almeno 25 mq per ogni soggetto che convive nell’immobile.

Vai alla sezione La mia Ta.Ri. oppure scarica il modulo 605 per l’invio tramite posta.

La prima dichiarazione di impegno a praticare l’autocompostaggio domestico in modo continuativo nel corso dell’anno successivo, in conformità alle norme vigenti, deve essere comunicata ad AMA dal 1 ottobre al 30 novembre.

Al fine dell'applicazione dell'agevolazione prevista, è necessario comunicare ad AMA entro il 31 gennaio di ciascun anno, la dichiarazione attestante l'avvenuta pratica dell’autocompostaggio domestico per il periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre dell'anno precedente.
Entro il 31 gennaio gli utenti che hanno effettuato la pratica dell’autocompostaggio nell’anno precedente, possono dichiarare la rinuncia a praticare l’autocompostaggio per l’anno in corso.

 

AMA redige e aggiorna un elenco delle Utenze Domestiche che hanno dichiarato di effettuare l’attività di autocompostaggio, e procede a verifiche a campione sull’effettiva e corretta pratica dell’autocompostaggio da parte dell’utenza. In caso di verifica dell’insussistenza delle condizioni richieste per godere dell’agevolazione, la tassa indebitamente beneficiata è recuperata con l’applicazione del tasso di interesse nella misura e secondo le modalità previste dal vigente regolamento generale delle entrate.
Per il riconoscimento dell'agevolazione la condizione essenziale è l'assenza di debiti, a carico del richiedente, concernenti la tassa sui rifiuti Ta.Ri. alla data del 31 dicembre dell'anno precedente a quello di applicazione.

{"output" : "html" , "method" : "soddisfazione_utente" , "domanda": "È stata utile questa pagina%3F%0A", "pagina" : "tari agevolazioni UD"}
torna all'inizio del contenuto