I servizi Ama per la Maratona di Roma 2017

Ama, d’intesa e in coordinamento con l’amministrazione di Roma Capitale, ha predisposto un piano speciale per assicurare il decoro urbano nelle strade interessate dalla XXIII edizione della Maratona di Roma e dalla stracittadina non competitiva, in programma domenica 2 aprile.

Per motivi di sicurezza, la sera di sabato 1 aprile scatterà la rimozione dei cassonetti stradali su via Cavour, nel tratto compreso tra largo Corrado Ricci e largo Venosta. I contenitori saranno riposizionati nelle sedi abituali già dalla serata di domenica 2 aprile.

Per la Maratona saranno in azione complessivamente 165 operatori con l’ausilio di 50 mezzi (furgoncini, spazzatrici, lavastrade, cassoni scarrabili, autobotti, compattatori, officina mobile, ecc.). Il personale sarà al lavoro fin dall’inizio della competizione. Mini-squadre interverranno in tempo reale per tutelare il decoro in aree nevralgiche: in particolare la zona di partenza, gli 8 punti di rifornimento e i 7 di spugnaggio, la zona di arrivo. Dopo il passaggio degli ultimi atleti, poi, si completeranno progressivamente le operazioni di pulizia e spazzamento negli altri tratti stradali inseriti nel percorso. Squadre speciali interverranno anche nelle vie interessate dalla RomaFun, stracittadina amatoriale di 4 Km., provvedendo al ripristino del decoro urbano. Sarà garantita anche la pulizia delle strade intorno al Circo Massimo, compresa l’area interna. Il piano operativo ha anche l’obiettivo di permettere una sollecita riapertura al traffico delle arterie interessate dalla manifestazione.

Durante la Maratona, saranno a disposizione 20 bidoncini blu da 240 litri per la raccolta differenziata del multimateriale e 15 cassonetti per i rifiuti non riciclabili lungo via dei Fori Imperiali, zona di arrivo della maratona.

Presso il “Marathon Village”, allestito nel Palazzo dei Congressi dell’Eur fino a lunedì 3 aprile, Ama ha infine posizionato 40 ecobox per la raccolta differenziata della carta e del multimateriale e 40 contenitori per il conferimento dei materiali non riciclabili.

Pubblicato il 31/03/2017
torna all'inizio del contenuto