Ecomondo 2020: Ama premiata con il “Marchio Compost di Qualità CIC”

 

Il Consorzio Italiano Compostatori ha conferito ad AMA il “Marchio Compost di Qualità CIC” per l’ammendante prodotto presso l’impianto di Maccarese. Il premio è stato assegnato nel corso della XXII Conferenza Nazionale sul Compostaggio e la Digestione Anaerobica che si è tenuta nell’ambito di Ecomondo 2020, la fiera europea dedicata all’ambiente e alla Green Economy che quest’anno si svolge interamente su piattaforma digitale a causa dell’emergenza Covid. 
Ringrazio il Consorzio Italiano Compostatori per questo importante riconoscimento di cui siamo orgogliosi e che mi rammarico di aver potuto ritirare, a nome di tutta l’azienda, solo virtualmente vista la complessa situazione sanitaria –sottolinea l’Amministratore Unico di AMA Stefano Zaghis – L’impianto di compostaggio di Maccarese rappresenta un esempio di gestione virtuosa e sostenibile dei rifiuti organici ed è quindi fonte di soddisfazione vedere menzionato e premiato il nostro lavoro all’interno di un appuntamento fieristico così prestigioso come Ecomondo. Ci tengo ad esprimere il mio plauso alle risorse AMA e, in particolare, al responsabile della struttura Dott. Antonio Mazzoni, al Direttore Tecnico Ing Marco Casonato e al responsabile del Servizio Impianti Ing. Emanuele Lategano. È infine doveroso ricordare l’impegno quotidiano dei romani nel differenziare correttamente i materiali grazie a cui, nel solo 2019, sono state raccolte oltre 168mila tonnellate di scarti alimentari e organici”.

Inaugurato nel febbraio 2002, l’“impianto di produzione ammendante compostato di alta qualità” di Maccarese ha avviato la produzione a pieno regime nel 2003, ottenendo il riconoscimento di impianto di fabbricazione di fertilizzanti. La sua funzione è quella di trasformare i rifiuti organici raccolti in forma differenziata (frutta, verdura, scarti della ristorazione, potature legnose, ecc.) in compost di qualità, vale a dire in ammendante organico utilizzato in agricoltura per arricchire terreni adibiti a coltivazione. L’impianto è uno degli esempi concreti di filiera del riciclaggio dei rifiuti e contribuisce a valorizzare un territorio a forte vocazione agroindustriale prossimo al Litorale romano.

torna all'inizio del contenuto