Covid-19: irrorati più di 300mila litri di igienizzante; già sanificati 19mila cassonetti su strada e in 60 presidi sanitari


Uomini e mezzi di Ama S.p.A sono regolarmente al lavoro per garantire i servizi di pulizia e raccolta dei rifiuti su tutto il territorio della città di Roma. Dal primo all’11 marzo, i mezzi della municipalizzata capitolina per l’ambiente hanno raccolto 27.800 tonnellate di rifiuti urbani residui, con un incremento di oltre 300 tonnellate rispetto all’analogo periodo dello scorso anno. D’intesa ed in coordinamento con Roma Capitale inoltre l’azienda, già all’indomani del secondo DPCM in tema “Covid 19”, ha attivato tutte le operazioni previste dal Contratto di Servizio. Oltre a interventi di pulizia e sanificazione per la prevenzione su sedi, beni e mezzi dell’azienda al servizio nella città e ad azioni mirate in strutture istituzionali e sanitarie, che hanno per ovvie ragioni priorità, ogni notte autobotti sono al lavoro per la sanificazione preventiva delle batterie di conferimento dei rifiuti. Fino ad oggi sono stati irrorati oltre Quest’attività di sanificazione avviene in orario notturno, agendo municipio per municipio, e a tappeto su tutte le batterie di contenitori stradali. È in corso anche l’igienizzazione da parte di mezzi leggeri dotati di lance a pressione dei cassonetti collocati in strutture sensibili e in 60 presidi sanitari (Spallanzani, San Camillo, Pertini, Ifo, Fatebenefratelli, Bambin Gesù, San Giovanni, Umberto I, Israelitico, Ares 118, ecc.). Per tutelare i propri lavoratori, Ama ha attivato per tempo una serie di misure di prevenzione, peraltro illustrate alle rappresentanze sindacali negli incontri svolti questa e la scorsa settimana, che sono perfettamente in linea con quanto stabilito dai 3 ultimi DCPM, incluso l’ultimo dell’11 marzo, relativamente alle parti - articolo 1, comma 7 lettera D e comma 8 – che riguardano l’azienda. Tra le misure che sono state già adottate: la sanificazione di tutti i mezzi pesanti e leggeri utilizzati per la raccolta dei rifiuti, delle officine, dei magazzini, degli ambienti di lavoro di stabilimenti, impianti, cimiteri; lo scaglionamento e adeguamento dei turni in entrata e in uscita dalle sedi operative; è stata fornita la dotazione per igienizzare, a cura degli stessi operatori, le parti sensibili interne dei mezzi ad attacco e a fine turno. La Municipalizzata capitolina per l’Ambiente invita tutti, con senso di responsabilità, a fare la propria parte per garantire la massima coesione e collaborazione nell’affrontare questa situazione straordinaria. Ama, da parte sua, è impegnata ininterrottamente per adeguare le misure di protezione all’evolversi della situazione nell’esclusivo interesse dei lavoratori e della collettività.
.

torna all'inizio del contenuto